• Lo Studio

  • I Real Sound Studios nascono da una esperienza pluriventennale nel campo della registrazione audio e dalla passione per la musica che anima i tre amici che li gestiscono. Alle origini (si parla del 1982) lo studio venne creato da Roby Gram ed era in Via Monfalcone 42 , vicino al mitico parco Lambro, si chiamava Hammill e comprendeva una sala prove live e una in cuffia con registrazione in diretta, la prima a Milano e per i tempi roba da fantascienza! In quel periodo le sale prove in città erano quasi inesistenti ed il mercato era conteso tra il nostro studio e il leggendario Free Sound, oltre chiaramente ai grossi studi allora di propietà delle case discografiche.

    Si puo’ affermare senza presunzione che quasi nessun gruppo di Milano tra gli anni ottanta e i primi anni novanta non abbia in qualche cassetto una session di registrazione fatta all’Hammill studio, questo perché nel periodo d’oro in cui anche in Italia nascevano generi come il metal, la new wave, il punk e l’elettronica e le etichette indie sfornavo molte produzioni in pochi si erano già attrezzati per garantire ad un prezzo accessibile una buona registrazione. Nei primi anni novanta si decise di cambiare sede e lo studio fu trasferito in Via Casoretto 8 in locali molto piu’ ampi e confortevoli , ma non per questo privi dello spirito underground dei primi anni. Anche la registrazione multipista divenne all’avanguardia grazie all’acquisto dei primi registratori digitali su supporto magnetico (molto prima degli oramai celeberrimi adat). Con il nome di New Hammill lo studio continuò nella sua filosofia di sala prove, registrazione live, produzioni di demo e dischi per moltissimi gruppi e artisti di tutti i generi musicali, alcuni dei quali già noti e altri poi saliti alla ribalta nazionale.

    Esperienza tecnica ed elasticità di sound giusto per ogni esigenza divennero un marchio di fabbrica irrinunciabile, filosofia condivisa dal 1995 anche da Ette, musicista milanese attivo dal 1988 in vari gruppi e appassionato e creativo fonico che si affiancò ai vecchi soci dello studio come freelance. Negli anni 2000, dopo un lungo periodo di inattività, la voglia di migliorarsi e di rinnovarsi porta “l’equipaggio” dello studio, di cui fa parte ancora Roby, fondatore originale nonché ormai mitico guru dell’elettronica degli anni ottanta, a diventare sede dell'associazione culturale Maciste e fare un ulteriore salto di qualità acquistando nuova strumentazione altamente professionale da affiancare a quella “vintage” e iniziare a promuovere la musica e la cultura musicale a Milano. L’idea di base che sottende a questo rinnovamento è creare uno spazio in cui, confortati dalla nostra pluriennale esperienza tecnica e disponibilta’, vogliamo dare agli artisti un valido appoggio logistico e dimostrare con la qualita’ del prodotto che non basta avere a disposizione un computer per fare un disco o un videoclip.

    LO STUDIO E’ COMPOSTO DA REGIA DI 32 mq, SALA DI RIPRESA DI 36 mq CON CABINA SEPARATA PER PER BATTERIE O ALTRI STRUMENTI PARTICOLARI, UFFICIO CON POSTAZIONE INTERNET, SALA PER IL MONTAGGIO VIDEO E CREAZIONE COLONNE SONORE O PROVINI DI 30mq

  • About the only thing that all these producers have tended to agree on across the board is that you should try to get your guitar sound as good as you can before you even think about recording. "The stupidest thing that any musician can do," remarks Tony Platt, "is to just plug in and play and say 'make that sound good'. It doesn't work like that. I will always say to the guitar player, for instance, 'Is that sound coming out of your amplifier the sound you want to hear? If it isn't, show me what it is and we'll try to get somewhere close to that before we even put a microphone on.' It's a waste of everybody's time to sit there tweaking stuff until somebody says 'Oh that's good.'"

    From Sound on Sound